Giovedì 25 Febbraio 2021
area riservata
ASAPS.it su

Massime di giurisprudenza - Strade - Autostrade - Aree immediatamente circostanti i caselli - Inversione del senso di marcia

(Cass. Civ., Sez. I, 19 agosto 2005, n. 17037)

In tema di circolazione stradale, il divieto di inver­sione di marcia e di attraversamento dello spartitraffico posto dall’art. 176, comma l, lettera a), C.S. non riguarda soltanto le manovre compiute «sulle carreggiate, sulle rampe e sugli svincoli delle strade di cui all’art. 175, comma l», ma «anche all’ altezza dei varchi», zone queste ultime fra le quali sono comprese le aree immediatamente circostanti i caselli auto­stradali - nella fattispecie, all’interno di un’autostrada, e cioè oltre il casello di ingresso nella stessa -, in quanto il condu­cente che inverta il senso di marcia in dette aree provoca grave turbamento alla circolazione, ove si consideri che gli altri utenti, percorrendo una zona utilizzabile esclusivamente al fine di uscire o entrare in autostrada, non si attendono la presenza di autoveicoli che non tengano un assetto di marcia conforme a quello da loro stessi tenuto.


© asaps.it
Sabato, 05 Gennaio 2008
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK