Lunedì 30 Marzo 2020
area riservata
ASAPS.it su
Circolari 29/11/2007

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Nazionalizzazione di veicoli di provenienza comunitaria con documenti di circolazione provvisori conformi alla direttiva 1999/37/CE

Circolare Prot. Div6 107961/23/30 del 27/11/2007

Diversi UMC hanno segnalato a questa Sede la presentazione per l’immatricolazione in Italia di veicoli già circolanti in altro paese della Comunità e da questo dotati, a seguito della radiazione per esportazione, di documenti provvisori conformi alla direttiva 1999/37/CE.
Attualmente le segnalazioni riguardano prevalentemente veicoli provenienti dalla Germania, per cui vengono presentati per la nazionalizzazione “Zulassungsbescheinigung Teil I (Fahrzeugschein)” provvisori, che, in alcuni casi, risultano già scaduti anche perché rilasciati con validità di pochi giorni.
Il caso in oggetto va esaminato anche in relazione alla recente comunicazione interpretativa della Commissione n. 2007/C68/04 (Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea C 68 del 24.03.2007) che, sostituendo la n. 98/C143/04, ha aggiornato agli ultimi sviluppi del diritto comunitario le indicazioni relative alle procedure per il trasferimento intracomunitario dei veicoli.
Tenuto conto di quanto sopra si comunica che il documento di circolazione provvisorio, conforme alla direttiva 1999/37/CE, rilasciato da un paese della UE per l’esportazione di un veicolo già immatricolato nel proprio territorio, è da assumere quale documento di base ai fini della reimmatricolazione in Italia, anche quando sia scaduto il periodo di validità eventualmente previsto ai fini del trasferimento su strada.
Si evidenzia, al riguardo, che la carta di circolazione deve indicare, alla voce contraddistinta dal codice comunitario (B), di cui alla direttiva 1999/37/CE, la data della prima immatricolazione. Nel caso in cui questo non fosse verificato e, comunque ove sorgessero dubbi anche di altra natura sul contenuto della documentazione d’origine, codesti Uffici potranno direttamente contattare l’Autorità estera interessata agli indirizzi di posta elettronica forniti in allegato alla circolare prot. n. 5239M362 del 03.12.2004, per i chiarimenti del caso.
Le disposizioni della presente hanno piena efficacia anche per i veicoli già circolanti nello Spazio economico europeo.

IL DIRETTORE GENERALE
(dott. ing. Sergio Dondolini)

© asaps.it
Giovedì, 29 Novembre 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK