Sabato 16 Gennaio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Rassegna stampa 15/09/2004

Rassegna stampa del 14 Settembre 2004


Rassegna stampa del 14 Settembre 2004

Da "Sesto Potere" del 14 settembre 2004
AUTOSTRADE: INCIDENTI MORTALI: -26% RISPETTO AL PRIMO SEMESTRE DEL 2003

Roma
Il Consiglio di Amministrazione di Autostrade S.p.a, riunitosi il 10 settembre a Roma sotto la presidenza di Gian Maria Gros-pietro, ha approvato la relazione sull’andamento gestionale del primo semestre 2004. Anche il primo semestre del 2004 è caratterizzato da un forte impegno sul versante dei lavori da parte del Gruppo Autostrade, che ha impresso una sensibile accelerazione agli investimenti per il potenziamento della rete e della sicurezza. Nel primo semestre sono stati consegnati da Autostrade per l’Italia alle imprese appaltatrici alcuni importanti lotti relativi ai lavori previsti dalla Convenzione del 1997 (4a corsia Bologna-modena e Galleria di Base sulla Variante di Valico). Nel mese di luglio, inoltre, sono stati consegnati anche nuovi lotti dei lavori per la 3a corsia sul tratto Firenze Nord-firenze Sud. Ma il primo semestre 2004 rappresenta una svolta anche per gli investimenti futuri. Infatti, dal 21 maggio con la registrazione della Corte dei Conti del relativo Decreto Interministeriale, ha piena efficacia il Iv Atto Aggiuntivo alla Convenzione tra Anas e Autostrade per l’Italia, con previsioni per nuovi investimenti, in aggiunta a quelli della Convenzione stipulata nel 1997, per 4.686 milioni di euro, da realizzarsi nel periodo 2003-2012. Alcuni lavori previsti nel Iv Atto aggiuntivo sono già stati avviati. All’inizio dell’anno sono stati infatti consegnati i lavori per l’accessibilità al nuovo Polo Fieristico di Milano e, a giugno, il primo lotto dell’ampliamento a quattro corsie del tratto Milano-bergamo della A4. Complessivamente, nel periodo dal 1° gennaio al 31 agosto sono stati consegnati lavori per 1.120 milioni di euro. Nel frattempo, nelle attività di esercizio della rete, è proseguito l’impegno costante del Gruppo per il miglioramento continuo della qualità del servizio e degli standard di sicurezza, confort e assistenza. Nel primo semestre 2004, gli incidenti mortali sulla rete del Gruppo sono diminuiti del 26% rispetto all’analogo periodo del 2003. Nelle manutenzioni si è registrato un incremento delle superfici trattate, con una quota pressoché raddoppiata di asfalto drenante messa in opera (2,7 milioni di metri quadri posati nel 1° semestre 2004 contro 1,5 milioni nel 1° semestre 2003). Lo sviluppo internazionale del Gruppo contribuisce ai risultati del semestre, con l’avvio dell’operatività della controllata Europpass Gmbh. Dal 1° gennaio 2004, infatti, è entrato in funzione nei tempi previsti - il più avanzato sistema di esazione dinamica free flow multilane del pedaggio per mezzi pesanti, realizzato da Europpass lungo gli oltre 2.000 Km di rete stradale e autostradale austriaca. Nel semestre si è concluso il rinnovo delle concessioni in scadenza nelle aree di servizio: con i nuovi affidamenti sono previsti l’introduzione di nuovi servizi (parcheggi, hotel, negozi) e investimenti per circa 1 miliardo di euro - parte a carico degli affidatari e parte a carico del Gruppo per l’ammodernamento delle aree di servizio lungo la rete. I risultati del semestre I risultati dell’esercizio in corso recepiscono integralmente gli effetti della riorganizzazione e delle operazioni straordinarie che nell’esercizio 2003 erano stati pienamente recepiti soltanto a partire dal secondo semestre. I ricavi consolidati risultano pari a 1.341,9 milioni di euro e si incrementano di 124,2 milioni di euro (+ 10,2%) rispetto all’analogo periodo del 2003. I ricavi netti da pedaggio (1.146,2 milioni di euro) sono aumentati di 45,1 milioni di euro (+4,1%), sia per il maggior traffico sull’intera rete gestita (+2,0%), sia per le variazioni tariffarie applicate dal 1° gennaio 2004 dalle concessionarie del Gruppo, ad eccezione di Autostrade per l’Italia S.p.a.. La maggiore concessionaria del Gruppo (2.855 Km di rete gestita su un totale di 3.408 Km in concessione al Gruppo Autostrade) ha infatti incrementato le proprie tariffe (+2,26%) solamente a partire dal 1° luglio 2004. La decisione, volontaria, di far decorre l’adeguamento tariffario previsto per il 2004 unicamente dal secondo semestre ha rappresentato un segnale emblematico al contenimento del costo della vita, pur avendo le tariffe autostradali effetti assolutamente marginali sulle dinamiche inflative. Gli altri ricavi, pari a 192,6 milioni di euro, aumentano di 80,1 milioni di euro (+71,2%) rispetto al 1° semestre 2003. L’incremento del 1° semestre 2004 è dovuto principalmente sia all’aumento di 37,5 milioni di euro per gli introiti dalle aree di servizio, a seguito del rinnovo degli affidamenti delle stesse, che all’avvio dal 1° gennaio 2004 a pieno regime dell’attività operativa di Europpass, che ha contribuito per 44,8 milioni di euro. Il margine operativo lordo (Ebitda), pari a 848,7 milioni di euro, evidenzia un incremento del 13,4% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente (+100,0 milioni di euro); l’Ebitda margin è pari al 63,2% contro il 61,6% del 1° semestre 2003. Ha contribuito al miglioramento dei risultati il controllo della dinamica dei costi generali, che ha parzialmente compensato l’incremento dei costi per l’attività operativa: - I costi esterni della produzione, pari a 236,6 milioni di euro, aumentano di 17,2 milioni rispetto al 1° semestre 2003 (+7,8%). L’aumento è da attribuire all’incremento delle attività di manutenzione della rete. Le avverse condizioni meteorologiche che hanno caratterizzato i primi mesi del 2004 hanno anche comportato un maggior ricorso a prestazioni specialistiche di manutenzione. Inoltre, all’incremento dei costi operativi hanno contribuito i maggiori costi sostenuti, nel suo primo semestre di piena attività, da Europpass (+13,6 milioni di euro), che ha consuntivato nel periodo un Ebitda margin del 46%. Il costo del lavoro netto (247,6 milioni di euro) presenta un incremento pari a 7,4 milioni di euro (+3,1%) rispetto al 1° semestre del 2003 (240,2 milioni di euro). L’organico medio del gruppo è diminuito di 111 unità (-1,2%) a seguito principalmente del saldo tra i nuovi ingressi per l’inizio dell’attività operativa di Europpass e il decremento avvenuto nelle altre società del Gruppo. Il risultato operativo (Ebit) risulta pari a 459,4 milioni di euro (426,7 milioni nel 1° semestre 2003) in crescita di 32,7 milioni di euro (+7,7% rispetto all’analogo periodo del 2003). L’ebit margin è pari al 34,2% contro il 35,1% del 1° semestre 2003. Il risultato operativo del 1° semestre 2004, sconta, rispetto al 1° semestre 2003 una maggiore quota di ammortamento della differenza di consolidamento (+48,2 milioni di euro) derivante dalle operazioni straordinarie completate nel 2003. Si ricorda, infatti, che i dati al 30 giugno 2003 non riflettevano gli effetti contabili dei conferimenti di attività effettuati, in base all’esecuzione del Progetto Mediterraneo, il 1° luglio 2003, né gli effetti della fusione per incorporazione di Autostrade S.p.a. In Newco28 S.p.a. Effettuata in data 22 settembre 2003. Inoltre, l’Opa di Newco28 su Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.a. Si è conclusa alla fine di febbraio 2003, cosicché i relativi effetti economici e patrimoniali si sono riflessi sulla semestrale 2003 per soli quattro mesi. Omogeneizzando il risultato operativo in funzione del maggiore ammortamento, la crescita dell’Ebit sarebbe stata pari a 80,9 milioni di euro (+21,4%). L’utile netto del periodo (inclusa la quota di terzi) è pari a 118,0 milioni di euro, in linea con il risultato del 1° semestre 2003, pur recependo appieno gli effetti economici e patrimoniali delle suddette operazioni straordinarie. Il cash flow passa a 550,2 milioni di euro, in aumento di 117,3 milioni rispetto ai 432,9 del 1° semestre 2003 (+27,1%) confermando il forte impulso alla crescita dei risultati gestionali, a sostegno dei piani di investimento del Gruppo. I mezzi propri, della Capogruppo e di terzi, sono pari a 1.513,6 milioni di euro. L’indebitamento finanziario netto è pari a 9.552,8 milioni di euro, e si incrementa di 1.234,2 milioni di euro rispetto all’indebitamento al 31 dicembre 2003 (8.318,6 milioni di euro), principalmente a seguito del pagamento dell’imposta sostitutiva (1.074,0 milioni di euro) derivante dai conferimenti effettuati nel 2003 in base all’esecuzione del Progetto Mediterraneo. Prospettive per l’intero esercizio Le previsioni economiche per l’intero esercizio 2004 confermano il miglioramento dei margini gestionali del Gruppo, grazie all’atteso aumento dei ricavi conseguente alla dinamica positiva del traffico e all’applicazione dell’adeguamento tariffario (+2,26%) sulla rete di Autostrade per l’Italia a partire dal 1° luglio. Contribuiranno, inoltre, ai risultati dell’esercizio l’aumento delle royalties determinato dal rinnovo delle concessioni dei servizi nelle aree di servizio autostradali e le politiche di razionalizzazione delle spese e di centralizzazione di diverse attività operative. Sotto il profilo patrimoniale e finanziario si prevede nel corrente esercizio un significativo incremento degli investimenti in immobilizzazioni materiali per effetto dell’avanzamento dei piani di potenziamento ed ampliamento della rete in concessione. I lavori I primi sei mesi del 2004 confermano il trend di forte impulso agli investimenti di potenziamento e di ammodernamento della rete. A gennaio è avvenuta la consegna del lotto 1A per l’ampliamento a 4a corsia sulla Bologna - Modena. A febbraio sono stati consegnati i lavori per la Galleria di Base della Variante di Valico, sulla A1 tra Bologna e Firenze. Il costo della Galleria di Base, che è il principale cantiere per la realizzazione dell’intera opera, è di circa 750 milioni di Euro. Inoltre a maggio è stato consegnato il lotto 12 e quello relativo allo svincolo di Barberino del Mugello, all’interno del progetto "Variante di Valico". A giugno è avvenuta la consegna dei lavori dei lotti 2 e 3 per la quarta corsia dell’autostrada Bologna-modena. Inoltre, a luglio sono stati consegnati i lotti 7 e 8 per l’ampliamento a 3a corsia del tratto Firenze Nord - Firenze Sud. A conclusione del 1° semestre del 2004, l’81% delle grandi opere previste dalla Convenzione del 1997 tra Autostrade per l’Italia e l’Anas è stato attivato; il 12% dei lavori complessivi è stato ultimato; il 34% è in corso; il 35% si riferisce a progetti inviati all’Anas per approvazione o già in corso di affidamento. Il rimanente 19% rappresenta la quota residua di opere i cui progetti sono in attesa di approvazione da parte della Conferenza dei Servizi e di Enti esterni. Nel primo semestre, inoltre, alcuni lavori previsti nel Iv Atto Aggiuntivo alla Convenzione del 1997 sono stati già avviati: all’inizio dell’anno sono stati consegnati i lavori per l’accessibilità al nuovo Polo Fieristico di Milano e a giugno è stato consegnato il lotto 2 sulla Milano - Bergamo. Sicurezza, assistenza e manutenzione della rete L’impegno del Gruppo è costantemente finalizzato al miglioramento delle condizioni di sicurezza della circolazione. Tra i principali interventi nel primo semestre 2004 si segnalano: le opere di riqualificazione delle barriere di sicurezza: km 53,4 di spartitraffico con barriere new jersey e km 5,6 di barriere bordoponte; la chiusura di 166 by-pass sullo spartitraffico con dispositivi di sicurezza ad apertura; 120 interventi mirati sui punti con incidentalità superiore alla media; il raddoppio delle superfici drenanti messe in opera. Il primo semestre 2004 ha registrato, rispetto allo stesso periodo 2003, una riduzione dello 0,2% nel numero degli incidenti. Gli incidenti totali sono stati 13.621 e, tra questi, quelli che hanno provocato danni alle persone 3.514 (- 8,2% rispetto al 1° semestre 2003), di cui mortali 128 (- 26% rispetto al corrispondente periodo 2003). Il tasso di incidentalità del Gruppo Autostrade relativo agli incidenti totali, calcolato con riferimento ai volumi di traffico (numero di incidenti per cento milioni di km percorsi), è pari a 54,8 ( -2,2 % rispetto al 1° semestre 2003). Andamento gestionale Tra gli elementi di maggiore rilievo dell’esercizio nel settore autostradale, si segnalano: l’evoluzione del traffico: nel primo semestre 2004 il traffico sulla rete del Gruppo Autostrade ha registrato una crescita del 2% rispetto al corrispondete periodo del 2003. La variazione registra una crescita maggiore del traffico pesante (+4,1%) rispetto a quello dei veicoli leggeri (+1,3%). Il proseguimento del trend positivo nella diffusione degli strumenti automatizzati di pagamento: al 30 giugno 2004 gli apparati Telepass in circolazione erano oltre 4 milioni (+ 5,4% rispetto a fine 2003), di cui circa 2,3 milioni Telepass Family. L’incidenza dell’utilizzo di mezzi automatici di pagamento (Telepass, Viacard, Fast Pay, carte di credito e casse automatiche) sul totale delle transazioni effettuate sulla rete di Autostrade ha raggiunto nel semestre il 67,7% (65,5% nello stesso periodo del 2003); il Telepass ha coperto il 49% dei transiti. Nel semestre Autostrade per l’Italia ha completato il rinnovo delle concessioni in scadenza nelle aree di servizio. Tra maggio 2002 e aprile 2004, sotto la gestione dei due advisors indipendenti (Kpmg e Roland Berger) nominati in base alle prescrizioni impartite dall’Antitrust, sono state rinnovate concessioni in 216 aree di servizio. Il nuovo assetto - unico esempio in Europa - ha comportato l’ingresso di nuovi operatori, sia italiani che esteri, e un significativo turnover dei gestori nelle aree di servizio. I cambiamenti di marchio nel mercato oil hanno raggiunto il 21% e nel mercato ristoro il 53%. Tra i nuovi servizi che verranno introdotti: 11 hotel, 14 aree di servizio con annessi shopping center, 10.000 nuovi parcheggi per veicoli pesanti e 20.000 per veicoli leggeri. Per il miglioramento delle aree sono previsti nei prossimi anni investimenti per circa 1 miliardo di euro, parte a carico del Gruppo e parte a carico degli affidatari. Emissione obbligazionaria Il 28 maggio si è concluso con pieno successo il collocamento dell’emissione obbligazionaria benchmark multi-tranche in euro e in sterline rivolta ad investitori istituzionali, lanciata il 12 maggio, per un importo complessivo pari a 6,5 miliardi di euro. I proventi dell’emissione obbligazionaria sono stati destinati al rimborso integrale dei finanziamenti a lungo termine (le "Second Stage Senior Secured Long Term Facilities" o "Ltf2"), utilizzati da Autostrade per 6,5 miliardi di euro. L’emissione si inserisce nell’ambito del programma di Global Medium Term Note di Autostrade S.p.a. Da 10 miliardi di Euro approvato dal Cda della società il 7 maggio. Le agenzie di rating internazionali Moody’s e Standard and Poor’s hanno assegnato al programma di emissioni di Autostrade i rating, rispettivamente, di A3 e A, i più alti assegnati a un gruppo privato industriale italiano. L’operazione rappresenta il primo collocamento pubblico di obbligazioni sull’Euromercato di Autostrade dal 1963, quando la società ha inaugurato tale mercato con l’emissione del primo Eurobond della storia. L’operazione, ad oggi, risulta il maggiore collocamento pubblico di obbligazioni dell’anno in Europa e, negli ultimi 5 anni, è per dimensioni la seconda maggiore emissione di un emittente europeo sul mercato degli Eurobond. La domanda registrata è stata pari ad oltre 9,5 miliardi di euro, ben oltre il quantitativo massimo previsto per l’emissione, a testimonianza della fiducia e delle attese riposte dai mercati dei capitali nell’azienda e nei suoi piani di sviluppo. L’operazione ha consentito di allungare la durata media dell’indebitamento del Gruppo, ottimizzandone i costi.

Da "La Provincia di Cremona" del 14 settembre 2004
Incidenti stradali 41 morti nel week end

Roma
Sono state 41 le vittime di 38 incidenti mortali avvenuti nel week end appena trascorso. Secondo i dati, rilevati da polizia stradale e Carabinieri, nell’analogo periodo dello scorso anno (12-14 settembre 2003), con la patente a punti entrata in vigore, si erano registrati 42 incidenti mortali con 43 vittime, mentre nello stesso weekend del 2002 (13-15 settembre) gli incidenti mortali erano stati 57 con 67 morti. Tra le 41 vittime, 21 avevano meno di trenta anni.

Da "Il Secolo XIX" del 14 settembre 2004
L’educazione stradale insegnata a cinquanta docenti
Concluso alle medie Guidobono il corso gestito dalle forze dell’ordine


Si è concluso ieri il primo corso di "educazione stradale" per docenti. Alla lezione conclusiva, nelle medie Guidobono, erano presenti i vertici delle forze dell’ordine savonesi capitanate dalla Polizia Stradale che dal Ministero ha avuto l’incarico di organizzare nel dettaglio le lezioni per la "formazione dei formatori".
"Sembra un gioco di parole ma non lo è - ha spiegato il comandante della Stradale savonese, Luca Marchese - il corso è infatti rivolto non agli studenti bensì ai loro professori che dovendo fare poi lezioni di educazione stradale in classe, in particolare per il patentino per ciclomotori, hanno a loro volta bisogno di essere formati". "Si tratta del primo corso regionale - ha proseguito - quello che si è concluso ieri ha visti coinvolti una cinquantina di insegnanti di tutte le scuole ed è solo una prima tranche, presto ne organizzeremo altri con altri docenti".
Al termine dell’incontro delle Guidobono ai partecipanti è stato consegnato un attestato di frequenza per avere assistito alla tre giorni di lezioni, per complessive dodici ore. Gli argomenti trattati hanno riguardato tutto ciò che bisogna sapere per la sicurezza stradale: norme di comportamento, segnaletica e le principali accortezze per non commettere imprudenze nel traffico. Polizia stradale, carabinieri e gli altri presenti hanno spiegato la teoria e mostrato alcuni lucidi.

Da "Il Secolo XIX" del 14 settembre 2004
IL BOLIDE La Lamborghini della polizia stradale sulle autostrade genovesi

Vi stupirete a vederla. Un "diavolo" di Lamborghini con i colori di istituto della Polizia Stradale: 500 cavalli, quasi 5000 di cilindrata, 140 mila euro che si spostano a 200 all’ora sulle strade italiane. La Lamborghini della Polstrada, normalmente in servizio sul tratto autostradale Salerno - Reggio Calabria, ieri sfrecciava anche sulle autostrade del nodo genovese. E non solo per fare passerella. La pattuglia, distaccata alla sottosezione di Sampierdarena, utilizzando i suoi sofisticati strumenti di bordo tra cui un "Pro Vida" di ultima generazione (apparecchiatura che serve a rivelare la velocità dei veicoli seguendoli a distanza) ha effettuato servizi di pattugliamento sull’autostrada A12 e poi sulla A10 fino a Varazze.
L’ultimo fine settimana è stato proficuo per i servizi preventivi della Polstrada che, solo nella giornata di sabato, ha tagliato 524 punti agli automobilisti in transito sulle strade liguri, ritirato 29 patenti e 13 carte di circolazione.

Da "Il Gazzettino" del 14 settembre 2004
STRADE SICURE
Ritirate ventitrè patenti nell’ultimo fine settimana


In una sola notte, tra venerdì e sabato scorsi la polizia stradale, eseguendo controlli in via Venezia e corso Australia, ha fermato 36 veicoli e ritirato 22 patenti. Di questi 22 automobilisti, 4 stavano guidando in stato di ebbrezza, e ben 18 avevano superato i limiti di velocità. Si tratta di due assi viari di grande flusso, ai primi posti nella classifica delle strade più pericolose di Padova, e che hanno totalizzato nel 2003 tra i 30 e i 40 incidenti dei 2525 rilevati dalla polizia municipale; inoltre Corso Australia ha visto due incidenti mortali, contribuendo all’impressionante numero di 25 persone morte in un anno nella nostra città a causa di incidente stradale. Il che conferma ancora una volta che è la velocità il grande imputato di questa strage. Ma nonostante queste evidenze, stenta ad imporsi il concetto che la città non è fatta per correre, né di giorno né di notte.
Da "Il Gazzettino" del 14 settembre 2004
Polstrada, bloccato italiano con documenti falsi Denunciati tre stranieri per furto e ricettazione

Percorreva l’A27 con in tasca un documento falso, ma gli agenti della Polstrada dell’autostrada A27 lo hanno scoperto, ritirandogli la patente falsa, denunciandolo e contestandogli anche la guida senza patente. E’ finita in questo modo la serata di 36enne. Il giovane è stato bloccato dagli agenti per un controllo. Ha consegnato una patente identica all’originale, ma gli agenti hanno scoperto che il documento di guida era stato falsificato. Faceva parte di uno stock di documenti in bianco rubati dalla motorizzazione di Lucca. Il giovane è stato denunciato. Stessa sorte è toccata a tre slavi, bloccati domenica. Il conducente aveva una patente di guida internazionale fasulla. Nel portabagagli nascondevano un computer e altra merce rubata in una casa a Susegana. Sono stati denunciati anche per ricettazione.

Da "VareseNews" del 14 settembre 2004
Invitato ad un dibattito dalla Confesercenti, l’Assessore provinciale alla sicurezza Martignoni ha presentato le linee guida per la difesa del territorio
Controllo e prevenzione, ecco la ricetta per la sicurezza dei cittadini


Gallarate
Presidio del territorio, controllo e prevenzione. Sono le linee guide che sviluppa l’assessorato provinciale alla sicurezza e che il suo titolare, Giuseppe De Bernardi Martignoni ha illustrato nel corso dell’incontro pubblico “Sicurezza, un diritto dei cittadini, un dovere dello Stato” promosso, a Gallarate, da Confesercenti e Fondazone Cesar.
Nel corso del suo intervento, Martignoni ha illustrato le iniziative fin qui adottate dalla Polizia provinciale. Una diversa impostazione del servizio di pattugliamento nell’arco della settimana, un potenziamento della prevenzione nei fine settimana ha consentito di ampliare l’offerta-sicurezza della Provincia.
Accanto ai dati sull’attività di servizio – più centrati sulla prevenzione stradale - Martignoni ha posto quindi l’accento sullo studio “Varese, provincia più sicura” che, consegnato all’inizio dell’anno a Villa Recalati dall’Università di Genova. ha permesso di fotografare tutti i principali tipi di reato, compresi quelli di maggiore allarme sociale, registrati nel Varesotto. “Lo studio ha consentito alla Provincia di comprendere quale sia il grado effettivo di sicurezza reale e quale il grado di sicurezza percepita dai cittadini - afferma Martignoni - consentendoci di avere un quadro reale della situazione effettiva e di quella desiderata”. Un’indagine che ha consentito ai comuni, alle comunità montane ed agli stessi operatori della sicurezza di venire a conoscenza di una una mole non indifferente di dati, analisi, situazioni particolari.
Martignoni ha poi ricordato il monitoraggio sul servizio delle polizie locali in provincia perché "nell’azione di prevenzione è decisiva anche l’opera messa in campo dalle forze locali, da quei corpi di polizia con i quali collaboriamo con successo come dimostrano i dati sui pattugliamenti condotti, fin qui in via sperimentale".
Unica nota negativa, le ristrettezze di bilancio imposte dalla Finanziaria di governo hanno impedito un potenziamento maggiore delle forze provinciali di polizia.

Da "Sesto Potere" del 14 settembre 2004
DELEGAZIONE POLIZIA RUMENA OGGI A CESENA

Cesena
Una delegazione della Polizia rumena, accompagnata dal dottor Balduino Simone direttore del Centro di Addestramento della Polizia Stradale di Cesena, ha fatto visita questa mattina a Palazzo Albornoz. A fare gli onori di casa, nel corso di un breve incontro nella Sala degli Specchi, il sindaco Giordano Conti. La delegazione, composta da 30 funzionari, è a Cesena per seguire un corso di specializzazione in materia di lotta ai traffici internazionali di veicoli rubati. L’iniziativa rientra nell’ambito dei programmi di collaborazione fra la Polizia italiana e rumena e la scelta di svolgerla a Cesena è stata compiuta in considerazione del forte impegno e della specializzazione che la Polstrada ha in questo tipo di attività anticrimine e dell’alto livello del Caps cesenate, che si configura come una vera "università" della Polizia Stradale.
Dando il benvenuto ai poliziotti rumeni il sindaco Conti ha sottolineato lo stretto rapporto fra la città e il Caps, che contribuisce a portare alto il nome di Cesena a livello nazionale e internazionale.
Mercoledì, 15 Settembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK