Giovedì 25 Febbraio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/10/2007

Bolzano - La Polizia Stradale di Bolzano e quella di Palmanova bloccano romeno che voleva espatriare con una connazionale di 19 anni

A far scattare l’allarme la denuncia della sorella della giovane

Foto Blaco – archivio Asaps

(ASAPS) – “Salta su, che ti porto a fare un giro in città”. Con questa scusa un uomo di nazionalità rumena ha convinto una connazionale di 19 anni, di cui era innamorato, a salire sulla propria auto. Solo che il viaggio programmato dal rumeno non sarebbe durato qualche minuto, bensì molte ore. Il 39enne, infatti, aveva deciso di tornare in Romania. Il suo tentativo è stato sventato grazie alla denuncia della sorella della diciannovenne e il tempestivo intervento della Polizia Stradale di Bolzano e Palmanova. Subito dopo la denuncia, infatti, sono scattate le ricerche. Inizialmente si pensava ad un rapimento, tanto che nella notte la questura ha diramato una nota di sequestro di persona.
Sono state allertate le questure delle province vicine, in particolare quelle venete e friulana, perché si è pensato subito che la destinazione potesse essere l’Europa dell’Est. La Polizia Stradale si è messa a pattugliare l’A4 e proprio lungo questa autostrada i due rumeni sono stati individuati. Un colpo di fortuna, perché il 39enne ha deciso di fermarsi nell’area di servizio di Zugliano. Gli agenti hanno fermato l’auto e dal controllo dei documenti si sono accorti subito che si trattava dei due romeni che stavano cercando.
Durante l’interrogatorio, grazie all’aiuto di un interprete, si è capito che non si era trattato di un vero sequestro di persona. Infatti, la giovane non era stata legata e poi era ancora in possesso del suo telefono cellulare, perfettamente funzionante. È stato però accertato che la diciannovenne non voleva seguire il connazionale e che quest’ultimo l’aveva costretta a viaggiare assieme a lui contro la sua volontà. L’uomo è stato denunciato per violenza privata. (ASAPS)



© asaps.it
Mercoledì, 31 Ottobre 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK