Lunedì 19 Aprile 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 08/10/2007

Napoli - Uomo annegato nella propria auto nel sottopasso di uno svincolo autostradale di Torre Annunziata

Nel 2008 si può morire ancora così: affogati su una strada semi-urbana

(ASAPS) TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI) – Non c’è che dire, l’Italia è un colabrodo, almeno sul fronte delle strade. Sembrerà impossibile ma un uomo, nel 2007, può morire annegato mentre percorre uno svincolo autostradale. In Australia, nel deserto dell’Outback – dunque nelle strade più remote del pianeta – ogni passaggio alluvionale viene accuratamente segnalato con il cartello “floodway”, che tradotto significa più o meno “strada soggetta a inondazione”. In gergo fuoristradistico, si chiama “guado”. Ma come poteva immaginare, Vincenzo Pozio, 65 anni di Napoli, che il sottopasso uno svincolo autostradale della Napoli-Salerno potesse riempirsi d’acqua piovana come una pista desertica facendogli fare “la fine del topo”? È proprio questa la dinamica della morte dell’uomo, rimasto vittima di un’improvvisa inondazione che lì – a rigor di logica – non doveva avvenire, che qualcuno forse avrebbe dovuto prevedere, su una strada che probabilmente poteva essere preventivamente chiusa. Le indagini chiariranno le eventuali responsabilità, ma basta una giornata di pioggia, seppur la più intensa possibile, a riversare su una strada due metri d’acqua? Pozio stava viaggiando con la moglie, che è riuscita a mettersi in salvo: probabile che l’uomo abbia cercato di portare in salvo l’auto, fermatasi dopo aver attraversato una pozzanghera, non immaginando che di lì a poco un’ondata avrebbe travolto il sottopasso come se si trattasse del letto di un torrente spazzato da una piena monsonica. I soccorritori, che hanno raggiunto il luogo con molta difficoltà, hanno potuto solo recuperare la salma, successivamente traslata a medicina legale a disposizione dell’autorità giudiziaria. Anche a Fuorigrotta, sempre nel napoletano, le strade sono divenute fiumi ed una famiglia è stata salvata dai Vigili del Fuoco in via Cumana. In serata il fiume Sarno è uscito dagli argini. Ad ogni pioggia, lo stesso identico bollettino. Possibile? (ASAPS)

© asaps.it
Lunedì, 08 Ottobre 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK