Venerdì 20 Settembre 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 26/07/2007

E sui disagi: la colpa non è solo dei cantieri, ma anche di caldo e incendi - Salerno-Reggio, l’Anas: stiamo lavorando

Il presidente Pietro Ciucci replica alla denuncia del cardinale Martino: «Sforzo senza precedenti per completare tutte le opere»

 

Il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci (Foto Ansa)

ROMA -La denuncia del cardinale Renato Raffaele Martino sulle precarie condizioni dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria non è rimasta inascoltata. Al porporato ha replicato Pietro Ciucci, il presidente dell’Anas, che ha in gestione il tratto autostradale «incriminato», con una lettera in cui replica all’intervista pubblicata sul Corriere della Sera.
«NESSUNA RASSEGNAZIONE» - «Voglio confermarLe che da parte mia e del management dell’Anas - scrive Ciucci - non c’è alcuna rassegnazione alla situazione, ma la volontà e la forte determinazione di portare a termine i lavori dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, senza cedere alle minacce della criminalità, senza cadere nelle trappole di chi vuole rallentare ad arte i lavori, realizzando quell’autostrada moderna, sicura, scorrevole, che le popolazioni della Campania, della Basilicata, della Calabria e di tutta l’Italia meritano e aspettano da tempo».
«SFORZI IN TRE DIREZIONI» - «Essendo stato toccato dalla Sua paterna sollecitudine - ha aggiunto il presidente dell’ente stradale - ritengo opportuno risponderLe immediatamente con rassicurazioni non formali ma sostanziali. Voglio assicurarLe che l’attuale management dell’Anas, che è in carica da circa un anno, non appena si è insediato ha immediatamente riservato un’attenzione particolare alla Salerno-Reggio Calabria, considerando questa arteria una priorità nazionale, non solo del Mezzogiorno. Abbiamo quindi concentrato gli sforzi in tre direzioni: completare i lavori in corso, sbloccando i cantieri fermi da tempo; accelerare le progettazioni, gli appalti e le aperture dei nuovi cantieri; potenziare i servizi di assistenza all’utenza e le misure per alleviarne i disagi».
«LA SVOLTA C’E’» - Ciucci nella sua lettera afferma di ritenere che i dati testimoniano che non si è «più all’anno zero e che c’è stata veramente una svolta». E dopo aver ricordato che «proprio domani» sarà inaugurato «un nuovo tratto autostradale della A3 Salerno-Reggio Calabria di 3,7 km, composto in particolare da due gallerie in località Campagna-Conturs»”, spiega che «in appena un anno di gestione si è passati da 131,5 km ultimati a 166,5 km, con un incremento di 35 km» e che «l’attuale management di Anas ha dato un forte impulso anche alle attività di progettazione», approvando nelle ultime settimane «ben 10 progetti relativi alla Salerno-Reggio Calabria, per un importo complessivo di oltre 1.626 milioni di euro». Un impegno, questo, che secondo Cucci presuppone «uno sforzo finanziario, tecnico e umano, senza precedenti in Italia e forse in Europa, che impegna quotidianamente centinaia di nostri dipendenti negli studi di progettazione, nei cantieri, nelle sale operative, su strada».
CALDO E INCENDI - Ma la colpa dei disagi degli ultimi tempi non è, secondo il vertice dell’Anas, da attribuire interamente alla situazione dei cantieri. «Le alte temperature che si sono registrate nelle ultime 72 ore - spiega Ciucci - non hanno agevolato chi viaggia su strada e chi gestisce le arterie. Molti dei disagi dei giorni scorsi sulla A3 sono dovuti anche alle forzate chiusure di tratti dell’autostrada a causa degli incendi di vegetazioni adiacenti la Salerno-Reggio Calabria, com’è avvenuto peraltro in tutto il Mezzogiorno. Chiusure che, ovviamente, hanno determinato la deviazione del traffico sulla viabilità non autostradale, stretta e tortuosa, e di conseguenza la formazione di lunghe code e il raddoppio dei tempi di percorrenza. Il disservizio che ha determinato l’allungamento dei tempi non è certamente dipeso dall’Anas, che ha messo in campo tutte le forze disponibili, di concerto con la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco e il Corpo Forestale dello Stato, al fine di spegnere i focolai e riaprire in sicurezza l’autostrada».
CANTIERI APERTI -
Infine, sul fronte delle misure per l’esodo estivo, il presidente Ciucci ha sottolineato che per questa estate, a partire da domani, «oltre a fornire agli utenti un servizio di assistenza e di informazione potenziato rispetto agli anni passati, l’Anas ha anche sensibilmente ridotto il numero di chilometri di autostrada su cui si dovrà viaggiare ad una corsia per senso di marcia a causa di cantieri inamovibili».

Da Corriere.it

© asaps.it
Giovedì, 26 Luglio 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK