Giovedì 26 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 17/07/2007

Modena - La Polizia Stradale della sottosezione di Modena Nord mette a segno due colpi in una settimana

Ritrovata escavatrice rubata e sequestrato un chilo e 555 grammi di cocaina

Foto Coraggio – archivio Asaps

(ASAPS) – Inarrestabile l’attività per contrastare il crimine condotta dalla sottosezione della Polizia Stradale di Modena Nord. Che si tratti di furti o del traffico di sostanze stupefacenti gli agenti non si risparmiano e continuano a segnare punti a favore della legalità. Sono della settimana scorsa le ultime due operazioni portate a termine con successo dagli uomini del comandante della sottosezione Giancarlo Alberti. La prima, in ordine cronologico, ha portato all’arresto di due cittadini romeni, H.O.A. di 23 anni e I.U.G di 28, entrambi senza fissa dimora, responsabili del furto di un escavatore e di un carrello usato per trasportarlo. A tradire i due è stata la sosta lungo la carreggiata sud dell’A1 per sostituire una delle ruote del carrello. Ad attirare l’attenzione degli agenti è stato l’atteggiamento assunto dai due stranieri intenti nell’operazione di sostituzione. A quel punto è scattata la decisione di portarli in ufficio per un controllo. Dagli accertamenti è emerso che l’escavatore era stato rubato da un cantiere stradale a Marinella di Sarzana (La Spezia). Ma non solo. Anche il carrello era stato rubato ma in un’altra città: Arboreo in provincia di Vercelli. Per entrambi è scattato lo stato di fermo per concorso in ricettazione. Da ulteriori controlli poi, è emerso che H.O.A. aveva altri precedenti per reati simili. Il secondo colpo messo a segno dalla Polizia Stradale di Modena Nord riguarda il traffico di droga. Gli “Stradalini”, infatti, hanno fermato un giovane 31enne di Cariati in provincia di Cosenza che trasportava su un furgone un chilo e 555 grammi di cocaina per un valore commerciale di 600mila euro. La droga era nascosta dentro due secchi pieni di calcinacci e attrezzi da muratore. Di primo acchito, il ragazzo poteva sembrare un manovale in trasferta ma a tradirlo è stato l’atteggiamento nervoso assunto durante il controllo. Da lì gli agenti hanno perquisito in profondità il veicolo trovando gli involucri nascosti. (ASAPS)


© asaps.it
Martedì, 17 Luglio 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK