Sabato 19 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 12/07/2007

Ravenna - Cittadinanza onoraria per Mia Causevic, la ragazza italo-croata che inseguì il pirata che investì due giovani, uccidendone uno, davanti a un locale di Punta Marina

(ASAPS) - Ravenna conferirà la cittadinanza onoraria a Mia Causevic, la giovane italo-croata che venerdì 29 giugno inseguì e bloccò l’automobilista ravennate che, in stato di ebbrezza, investì a Punta Marina due ragazzi, Luca Centolani e Matteo Verde. Quest’ultimo purtroppo non ce l’ha fatta. La ragazza subito dopo l’incidente salì sulla sua auto e inseguì il pirata che si era dato alla fuga, raggiungendolo e fermandolo dopo avergli sbarrato la strada con la propria autovettura. Nell’ambito della conferenza stampa, alla quale erano presenti anche alcuni familiari dei due ragazzi travolti, il sindaco della città romagnola, Fabrizio Matteucci, ha sottolineato come “gli adulti abbiamo il dovere di proporre ai giovani valori forti e positivi, comportamenti coerenti ed autorevoli, simboli convincenti. Per questa ragione abbiamo deciso di attribuire a Mia Causevic la cittadinanza onoraria. Il suo gesto di straordinaria generosità ci insegna una cosa grandissima ma altrettanto semplice: ci sono io, ma ci sono anche gli altri”. Martedì la giunta avvierà le procedure per il conferimento della cittadinanza. Ad oggi sono ventuno le personalità a cui è stato conferito, dal 1859, questo riconoscimento. Il primo ad esserne insignito fu Giuseppe Garibaldi. L’ultima, nel 2005, Farideh Mahadavi Damghani, traduttrice persiana della Divina Commedia. Fra i cittadini onorari anche il maestro Riccardo Muti, il regista Michelangelo Antonioni, il cardinale Esilio Tonini, il Nobel Dario Fo e i poeti Mario Luzi, Tonino Guerra e Raffaello Baldini. (ASAPS)


© asaps.it
Giovedì, 12 Luglio 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK