Sabato 07 Dicembre 2019
area riservata
ASAPS.it su

Trasporto dei bambini sui motoveicoli in Europa

Alla vigilia della nuova (attesissima) norma, che prevede l’uso di dispositivi particolari per il trasporto dei piccoli in sella alle due ruote, ecco una scheda con le norme vigenti negli altri paesi
Un utile metro di paragone predisposto da Asaps ed un importantissimo strumento di viaggio

14385



(ASAPS) FORLÌ, 11 luglio 2007 – Entro breve tempo, trasportare un bambino su un qualsiasi motoveicolo (ciclomotore o motociclo), sarà certamente più difficile: sotto i 5 anni sarà impossibile, ma per quelli fino a 12 anni sarà obbligatorio uno speciale seggiolino provvisto di pedivelle, molto simile, in pratica, a quelli che si usano normalmente per trasportare i nostri piccoli in bicicletta. La proposta, insolitamente bipartisan, tanto che risulta essere stata sottoscritta da 150 parlamentari di tutti gli schieramenti politici, prevede anche che alla guida potranno esserci soltanto i genitori e che, per garantire una maggiore sicurezza, il mezzo non potrà mai superare i 60 all’ora. Le sanzioni previste sono piuttosto salate: si parla di multe fino a 285 euro e fermo amministrativo del veicolo tra 60 e 90 giorni in caso d’infrazione reiterata.

Ma in Europa, come funziona? Grazie all’ETSC, l’European Transport Safety Council, che ha sede a Bruxelles, con il quale Asaps ha stabilito una proficua collaborazione, siamo in grado di fornire tutte le informazioni relative ai 18 stati dell’Unione, prima che i confini continentali si allargassero ad est. Uniche due eccezioni, Malta, che non figura nella lista, e la Turchia, che invece c’è, pur non appartenendo all’UE.

{foto3c}

Abbiamo così scoperto, che l’Italia non è l’unico membro a non aver finora legiferato in materia: insieme a Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Portogallo e Svezia, non ha mai avuto, finora, alcun dettato legislativo che preveda precauzioni particolari per un bambino in sella, in qualità di passeggero, ad un motoveicolo. Per molti altri stati, invece, si scoprono leggi ferree e normative ben precise, anche per quanto riguarda il viaggio in sidecar, in effetti assai diffuso, soprattutto nei paesi nordici.

Siamo dunque in grado, dopo aver ottenuto le informazioni presso l’ETSC, che ringraziamo per la preziosa collaborazione, di fornire uno spaccato di come i nostri vicini europei abbiano affrontato la questione. (ASAPS)

Ecco le regole sul trasporto di bambini sulle moto in Europa
La scheda il Centauro-Asaps

 


{foto5c}


Nazione

Motociclo a 2 ruote/ prescrizioni

Sidecars

Austria

Età minima 12 anni e raggiungere le pedivelle con i piedi e le maniglie

Bambini sotto i 12 anni: fissati adeguatamente ad un seggiolino per bambini. Bambini sotto i 12 anni più alti: cintura di sicurezza. Le pareti del sidecar devono essere così alte da proteggere il busto del bambino. Possibilità di trasportare 2 bambini.

Belgio

Età minima 3 anni. Stabilizzatore approvato, casco. Deve raggiungere il poggiapiedi, altrimenti deve essere situato in un seggiolino con cintura di sicurezza.

Età minima 3 anni. Qualora non raggiungano il poggiapiedi devono essere assicurati ad un adeguato seggiolino con la cintura di sicurezza.

Repubblica Ceca

Età minima 12 anni. Utilizzare caschi omologati e raggiungere le pedivelle.

Nessun limite d’età.

Danimarca

E’ stata votata una nuova legge. Divieto di trasportare bambini di statura inferiore a 135 cm.

Nessun limite d’età. Obbligo di utilizzare la cintura di sicurezza se installata.

Finlandia

Nessun limite d’età. Un solo passeggero. Sono richiesti una sella ed i poggiapiedi adeguati.

Nessun limite d’età, massimo 2 passeggeri.

Francia

Nessun limite d’età. Max 1 solo bambino. Obbligo del casco omologato. Per i bambini sotto i 5 anni è obbligatorio l’utilizzo del seggiolino omologato con adeguati poggiapiedi e maniglie. Per i bambini di età superiore ai 5 anni è fatto obbligo di raggiungere il poggiapiedi.

Nessun limite d’età. Obbligo di indossare casco omologato. Obbligo di indossare la cintura di sicurezza se installata.

Germania

Nessun limite d’età. I bambini di età inferiore a 7 anni devono essere trasportati su appositi seggiolini omologati. Casco da motociclista (non necessariamente omologato)

Nessun limite d’età. Casco da motociclista.

Grecia

Nessun limite d’età se il conducente della moto è un genitore.

Nessun limite d’età se il conducente della moto è un genitore.

Irlanda

Nessun limite d’età. Casco omologato.

Nessun limite d’età. Non è necessario l’uso del casco per il sidecar.

Italia

Nessun limite d’età. Obbligo del casco omologato. Il passeggero non deve interferire nella conduzione del veicolo né nel bilanciamento dello stesso.

Nessun limite d’età. Obbligo del casco omologato. Il passeggero non deve interferire nella conduzione del veicolo né nel bilanciamento dello stesso.

Lussemburgo

Età minima 12 anni. Il bambino deve raggiungere il poggiapiedi originale. Obbligatorio il casco omologato.

Nessun limite d’età. Possibilità di trasportare due bambini nel sidecar. Obbligo del casco omologato.

Olanda

Nessun limite d’età

Nessun limite d’età

Norvegia

Nessun limite d’età. Obbligatorio il casco omologato. Obbligo di sedere sul posto del passeggero. Divieto di essere legato al conducente. Raccomandato che il bambino sia abbastanza alto da raggiungere le pedivelle poggiapiedi.

Nessun limite d’età. Obbligatorio il casco omologato. Utilizzo della cintura di sicurezza raccomandato


Portogallo




Età minima 7 anni. Obbligo del casco omologato.

 
Nessuna regola specifica.

Spagna

Età minima 12 anni. Se trasportato da un genitore l’età minima si abbassa a 7 anni. Casco omologato obbligatorio.

Nessun limite d’età. Bambini di statura inferiore ai 150 cm devono essere posizionati in un seggiolino di sicurezza. I bambini di statura superiore ai 150 cm devono fare uso delle cinture di sicurezza.

Svezia

Nessun limite d’età.

Nessun limite d’età.

Turchia

Nessun limite d’età. Casco obbligatorio. I bambini devono essere posizionati sul posto del passeggero e raggiungere il poggiapiedi in maniera autonoma.

Nessun limite d’età. Casco obbligatorio.

Regno Unito

Nessun limite d’età. Il passeggero deve raggiungere autonomamente il poggiapiedi e sedere a cavalcioni alla sella in maniera propria. Il conducente è giuridicamente responsabile per il supporto del passeggero. Casco omologato obbligatorio.

Nessun limite d’età. E’ raccomandato l’uso di seggiolini speciale

{foto4c}


{foto4c}


Fonte: ETSC
Elaborazione: il Centauro/Asaps


© asaps.it
Sabato, 14 Luglio 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK