Domenica 09 Maggio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/06/2007

Sicurezza Stradale: nuove regole per minori su moto e minicar


Foto Coraggio – archivio Asaps


(ANSA) - ROMA - ’’Tutelare più efficacemente i piccoli passeggeri su due ruote vietando il trasporto dei minori di 5 anni ed introducendo l’obbligo di seggiolini ad hoc per i passeggeri tra i 5 e i 12 anni d’età’’. E’ l’obiettivo - informa una nota - che il senatore azzurro Romano Comincioli, questore di Palazzo Madama, si propone di raggiungere con un disegno di legge presentato al Senato e già sottoscritto da 151 senatori, sia di maggioranza che di opposizione. Il testo è stato assegnato per l’esame alla commissione Lavori pubblici. Secondo il ddl - precisa la nota - a condurre i piccoli su moto o scooter potranno essere soltanto i genitori ed il limite di velocità non potrà in nessun caso superare i 60 km/h. Le nuove norme riguarderanno anche le auto leggere, cosiddette minicar, alle quali il nostro codice applica le stesse prescrizioni dei ciclomotori e che, pertanto, non hanno al momento l’obbligo di montare neppure le cinture di sicurezza. L’efficacia delle nuove disposizioni sarà garantita infine da sanzioni sia pecuniarie | fino a 285 euro | che amministrative, col fermo del veicolo per sessanta giorni. ’’Le Forze di polizia - spiega il senatore Comincioli - evidenziano come il trasporto su due ruote comporti un rischio trentadue volte superiore rispetto all’auto. Eppure sul trasporto di minori su moto non esistono attualmente disposizioni dettagliate, come avviene invece per le auto, ma soltanto una generica disposizione che obbliga il passeggero di qualsiasi età a star seduto in modo stabile ed equilibrato. Di qui l’esigenza di colmare un vuoto legislativo, introducendo norme più precise e sanzioni più gravi, commisurate al rischio per l’incolumità del piccolo passeggero’’. Sulla stessa linea - informa la nota - e’ anche il vice presidente del Senato Milziade Caprili (Rifondazione comunista) che e’ membro del Gruppo interparlamentare sulla sicurezza stradale. ’’Si tratta - osserva - di una legge di civilta’. La gran parte dei paesi europei già prevede una disciplina particolare per il passeggero minore trasportato su motociclo e ciclomotore. In quasi tutti gli Stati, infatti, la responsabilità del trasporto del minore e’ affidata fino ai 12 anni esclusivamente al genitore’’. Paesi come la Francia, la Germania, la Norvegia e la Spagna richiamano infatti, in modo dettagliato e chiaro, l’obbligo del seggiolino, di maniglie e poggiapiedi per il passeggero. Il seggiolino deve essere omologato in base alla normativa nazionale che riporta il peso dei bambini suddiviso per età. In questi paesi, inoltre, le norme in vigore stabiliscono come e con chi deve essere trasportato il passeggero, secondo fasce d’età. (ANSA)


© asaps.it
Sabato, 30 Giugno 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK