Domenica 09 Maggio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 28/06/2007

La Polizia Stradale di Bari arresta banda che svuotava i camion lungo la A/16 e la A/14

In manette 6 persone, una resta latitante. Recuperata refurtiva per 350mila euro

Foto Coraggio – archivio Asaps

(ASAPS) – La Squadra di PG della Polizia Stradale di Bari ha sgominato una banda specializzata nei furti di camion lungo l’autostrada, composta da almeno sette persone, sei delle quali già in carcere. All’organizzazione criminosa vengono attribuiti almeno una quindicina di colpi, portati a termine sui tratti pugliesi delle autostrade A/16 ed A/14. Le indagini si sono protratte per diversi mesi e si sono avvalse di sofisticati sistemi tecnologici. Gli investigatori, che hanno cominciato a lavorare al caso fin dallo scorso Natale,  hanno ricostruito nel dettaglio l’attività del gruppo, in grado di operare quotidianamente sui tir in transito sulle autostrade o in sosta nelle aree di servizio. L’organizzazione aveva la possibilità di muoversi con grande velocità in tutta la regione grazie ad una cospicua disponibilità di auto veloci e di un autocarro, a bordo del quale veniva trasbordata la refurtiva. Il valore commerciale complessivo della refurtiva, finora recuperata, ammonta a 350mila euro. Tutte le sei persone arrestate, sono considerate personaggi di rilievo della criminalità locale, con numerosi precedenti penali specifici, tra i quali in particolare, S. A., di 52 anni, sottoposto all’obbligo di dimora e soggiorno e G. P. di 41, entrambi di Andria. Insieme a loro, sono stati arrestati V. D. B., di 42 anni, F. M., di 47, R. C., di 23, tutti di Andria e G. F. di 46, di Ascoli Satriano (Foggia). I furti avvenivano soprattutto di notte nelle aree di servizio autostradali e nel corso delle indagini gli investigatori si sono serviti di sensori a raggi infrarossi, mezzi idonei alle riprese notturne e speciali furgoni con apparecchiature per coordinare le indagini. Secondo gli inquirenti, i malfattori operavano in gruppo ed erano soliti entrare in azione durante le ore di pausa degli autisti presi di mira. Dopo aver sbirciato all’interno dei convogli, con il classico sistema di un taglio nel telone, decidevano se depredare il carico o meno. Se la merce trasportata era di loro gradimento, il gruppo formava una catena umana e, nel breve volgere di pochi minuti, svuotava il tir. Le indagini sono state avviate dopo le festività natalizie, in seguito alle prime denunce, e in particolare sono stati monitorati e registrati 14 episodi delittuosi in una quarantina di giorni, tra la fine di marzo e i primi giorni di maggio. (ASAPS)
 

© asaps.it
Giovedì, 28 Giugno 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK