Domenica 09 Maggio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 28/06/2007

Roma - Presentati i dati relativi ai primi 18 mesi di attività della “Consulta per la qualità e sicurezza del servizio”

Un bilancio positivo grazie a iniziative che hanno portato alla riduzione del tasso di incidentalità
Tra i componenti anche Asaps



(ASAPS) – I primi diciotto mesi di lavoro della “Consulta per la qualità e sicurezza del servizio” si chiudono con un segno positivo. Il sodalizio, promosso da Autostrade per l’Italia e le associazioni dei consumatori Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori, alla quale partecipano anche Polizia Stradale, ASAPS, Quattroruote, Isoradio, l’Albo Nazionale Autotrasportatori e i Sindacati del trasporto, in questo anno e mezzo ha messo in campo numerose iniziative, dal tutor ai pannelli a messaggio variabile e all’asfalto drenante. Iniziative che hanno contribuito a ridurre il tasso di incidentalità. I risultati sono stati presentati ieri (27 giugno) durante una conferenza stampa nella sala Conferenze di Piazza Montecitorio, dall’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, Giovanni Castellucci, dai rappresentanti dei consumatori, di Polizia Stradale e degli altri componenti della Consulta. Il sodalizio ha operato in tre direzioni: sicurezza, qualità del servizio e comunicazione ai clienti.
Tra i risultati più significativi: l’introduzione del Tutor, il sistema di controllo della velocità media (sviluppato da Autostrade per l’Italia e gestito dalla Polizia Stradale). Sui 460 km dove è stato installato, in soli 6 mesi, ha ridotto il tasso di mortalità del 40%. Inoltre, dalla scorsa primavera è stata predisposta una nuova segnaletica dei cantieri, finalizzata a garantire lo scorrimento del traffico e a ridurre i rischi per gli operatori. Sempre con l’obiettivo di migliorare la sicurezza, Autostrade per l’Italia ha aumentato la copertura di asfalto drenante (antipioggia) portandola a fine 2006 al 70% della propria rete rispetto al 16% del 1999. Solo lo scorso anno sono stati stesi quasi 13,5 milioni di mq di asfalto drenante.  
E’ stato aumentato il livello di assistenza al cliente durante il pagamento del pedaggio, ridotto il numero di rapporti di mancato pagamento, introdotta una nuova procedura di autocertificazione per i clienti senza biglietto, che interessa 600 mila clienti ogni anno. Previsto anche l’aumento del numero di varchi riservati al Telepass portando al 100% il numero dei caselli in uscita con una porta dedicata. Saranno poi incrementate anche le piste Telepass in ingresso in autostrada, ampliando i caselli dove possibile.  
Inoltre, Autostrade per l’Italia, ha attivato interventi di potenziamento e ampliamento di tutte le 207 aree di servizio. Entro il 2009, saranno disponibili, 4.000 nuovi servizi igienici, 14.000 nuovi parcheggi per le auto (+160%) e 5.000 per tir e bus (+200%).  
E dopo il successo delle campagne sulla sicurezza (“Mettici la Testa”, “Caffè gratis”, “La Vita è un soffio”) sono allo studio nuovi progetti di comunicazione finalizzati alla sensibilizzazione e al coinvolgimento, in particolar modo dei giovani, sul tema della sicurezza stradale e dei corretti comportamenti di guida. (ASAPS)
© asaps.it
Giovedì, 28 Giugno 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK