Martedì 19 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Massime di Giurisprudenza - Patente – Revoca e sospensione – Sospensione – Ex art. 223 c.s. – Natura cautelare – Configurabilità – Sussistenza – Condizioni – Sospensione della patente ex art. 218 c.s. – Sanzione accessoria definitiva – Differenze – Conseguenze

(Cass. Civ., Sez. II, 24 agosto 2005, n. 17205)
In tema di sanzioni amministrative per violazione del codice della strada, il provvedimento prefettizio della sospensione provvisoria della patente di guida, previsto dall’art. 223 c.s. a tutela immediata dell’incolumità e dell’ordine pubblico, ha natura di misura cautelare, diversificandosi – sul piano delle finalità e dei presupposti – dalla sospensione della patente stabilità dall’art. 218 quale sanzione accessoria definitiva inflitta dal giudice penale o dal Prefetto all’esito del relativo accertamento a seconda che sia stato commesso un reato o un illecito amministrativo. Ne consegue che l’adozione della misura cautelare non è condizionata all’inizio o alla procedibilità dell’azione penale né è soggetta ai termini previsti dall’art. 223 citato, essendo sufficiente che non sia emessa a tale distanza dal fatto da essere venute meno le esigenze cautelari cui è preordinata.

© asaps.it
Lunedì, 18 Giugno 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK