Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Massime di Giurispredenza - Assicurazione obbligatoria – Risarcimento danni – Azione diretta nei confronti dell’assicuratore – Litisconsorzio necessario dell’assicuratore e dell’assicurato – Giudizio promosso dal danneggiato contro l’assicuratore di veicolo con targa di prova...

(Cort. Cass., Sez. III, 18 aprile 2005, n. 8009)

Assicurazione obbligatoria – Risarcimento danni – Azione diretta nei confronti dell’assicuratore – Litisconsorzio necessario dell’assicuratore e dell’assicurato – Giudizio promosso dal danneggiato contro l’assicuratore di veicolo con targa di prova - Litisconsorzio necessario del conducente – Esclusione – Litisconsorzio necessario del titolare della targa – Sussistenza.

Assicurazione obbligatoria – Targa di prova – Obbligo assicurativo – Soggezione – Modalità – Stipulazione di una polizza sulla targa prova – Sinistro verificatosi ad opera di veicolo circolante con targa prova, ma per scopo diverso da quello della prova tecnica – Obbligo dell’assicuratore di risarcire il danno al terzo danneggiato – Sussistenza – Rivalsa dell’assicuratore verso l’assicurato.

In relazione a sinistro derivante dalla circolazione stradale di un veicolo recante una targa di prova, il conducente del veicolo non è litisconsorte necessario nel giudizio dal danneggiato nei confronti dell’assicuratore della targa, mentre lo è, ai sensi dell’art. 23 della legge 23 dicembre 1969, n. 990, il titolare della targa stessa, nella qualità di assicurato. (C.p.c., art. 102; L. 24 dicembre 1969, n. 990, art. 1; L. 24 dicembre 1969, n. 990, art 23) (1)
In base al combinato disposto dell’art. 1 della legge 24 dicembre 1969, n. 990 (il quale stabilisce, con una norma di carattere generale e senza eccezioni, l’obbligo dell’assicurazione per la responsabilità civile per i veicoli a motore senza guida di rotaie in circolazione su strade di uso pubblico (o su aree a queste equiparate) e dell’art. 9 del regolamento di esecuzione alla legge stessa approvato con D.P.R. 24 novembre 1970, n. 973 (il quale stabilisce che i veicoli che circolano a scopo di prova tecnica o di dimostrazione per la vendita debbono contenere, in sostituzione dei dati indicati nella lettera d), i dati della targa prova), anche i veicoli circolanti in prova sono soggetti all’obbligo assicurativo, che è adempiuto mediante la stipulazione di una polizza sulla targa prova, la quale assicura qualsiasi veicolo in circolazione con quella targa (trasferibile, ai sensi dell’art. 66 comma quinto codice della strada, da veicolo a veicolo), senza che resti escluso l’obbligo dell’assicuratore di risarcire il danno al terzo danneggiato, ove l’incidente da cui sia derivato si sia verificato ad opera di veicolo circolante con targa di prova per uno scopo diverso da quello della prova tecnica (o della dimostrazione per la vendita) poiché tale irregolarità rileva soltanto nei rapporti tra assicuratore ed assicurato, non incidendo sulla esistenza del rapporto assicurativo, né costituendo una eccezione opponibile al terzo danneggiato che agisce direttamente nei confronti dell’assicuratore, salva la rivalsa di questo verso l’assicuratore, salva la rilava di questo verso l’assicurato a norma dell’art. 18 secondo comma della legge n. 990 del 1969.
(L. 24 dicembre 1969, n. 990, art. 1; L. 24 dicembre 1969, n. 990, art. 19: L. 24 dicembre 1969, n. 990, art. 66) (2)

© asaps.it
Sabato, 26 Maggio 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK