Sabato 26 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su

Incidenti sulla rete autostradale nel 2006 - LEGGERO CALO DEL NUMERO DI SINISTRI -3,1% E DEI FERITI -0,9% RISPETTO ALLO SCORSO ANNO. IN AUMENTO INVECE DEL 3,1% IL NUMERO DELLE VITTIME SUL 2005.


(ASAPS) L’andamento dell’incidentalità sull’intera rete autostradale nell’anno 2006 fa segnalare un leggero calo incidenti - 3,1% e un modesto calo dei feriti, - 0,9%. Purtroppo il 2006 fa registrare una controtendenza nel numero delle vittime che crescono del 3,1%.
Questo il quadro che emerge dai dati rilevabili dal sito della Polizia di Stato che non sempre sono omogenei con quelli Istat, solitamente ancora più elevati.
L’afflusso dei dati di dicembre porta a un quadro complessivo della sinistrosità dell’anno 2006, che conferma i dati di tendenza riscontrati negli ultimi mesi dell’anno appena trascorso. Migliorano i dati degli incidenti e feriti, mentre peggiorano i dati della mortalità complessiva.
Entriamo nei dettagli: gli incidenti complessivi, secondo i dati della Polizia Stradale, ammontano a 40.099 con calo dello 3,1% rispetto ai 41.349 del 2005. I feriti sono stati 20.033, in questo caso si segnala un più modesto calo, pari allo 0,9% rispetto alle 20.226 persone che sono dovute ricorrere al pronto soccorso nell’intero 2005.
E’ stato di 534 il numero complessivo delle vittime sulla rete autostradale. In questo caso siamo a 16 vittime in più, con un incremento del 3,1% rispetto alle 518 dello scorso anno.
Si deve segnalare che l’Istat nel suo primo report sul 2005, diffuso a dicembre 2006, ha registrato 14.066 incidenti (quelli con feriti e vittime), 23.857 feriti e 577 morti. Ciò può essere dovuto al fatto che i dati della Polizia Stradale provenienti dai mattinali dei vari reparti, non tengono conto dei decessi successivi all’evento, anche a distanza di giorni e dei feriti che producono un referto in tempi successivi. Elementi questi che vengono invece raccolti nell’attività d’ufficio e segnalati successivamente all’Istat. (Asaps)


© asaps.it
Giovedì, 11 Gennaio 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK