Venerdì 07 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Furti veicoli 05/04/2007

FURTI AUTO - Nel 2005, dopo sei anni, si inverte la tendenza e si torna a salire, +3,32%
Sparisce una vettura ogni 3 minuti
Alla Lombardia il primato fra le regioni, Roma la città dove ne spariscono di più (91% del Lazio e il 16% del totale)
Migliorano i dati della Campania

Rubate 4.163.393 dal 1990 al 2005

 


FURTI AUTO

Nel 2005, dopo sei anni, si inverte la tendenza e si torna a salire, +3,32%. Sparisce una vettura ogni 3 minuti. Alla Lombardia il primato fra le regioni, Roma la città dove ne spariscono di più (91% del Lazio e il 16% del totale). Migliorano i dati della Campania.

Diminuiscono anche i rinvenimenti. Rubate 4.163.393 dal 1990 al 2005.I dati completi del servizio del prossimo numero de “il Centuaro”

(Asaps) Dopo una serie di segni meno durata sei anni, dal 1999 al 2004, nel totalizzatore dei furti di auto in Italia, arriva inaspettata, seppur lieve, una inversione di tendenza.

Nel 2005 con 188.540 furti rispetto ai 182.470 del 2004, si torna a salire del 3,32%.

Sono 516 le macchine che si involano ogni giorno, una ogni 3 minuti circa.

Un dato che potrebbe essere solo occasionale e non indicativo di una reale inversione della positiva tendenza che aveva visto i furti di auto precipitare del 50% dal picco del 1991 quando si toccò quota 367.252 al 2004.

Preoccupa semmai un po’ di più il fatto che sia diminuita invece in modo sensibile la percentuale dei rinvenimenti. Mentre nei due anni precedenti 2003 e 2004, si era toccata la quota record di ritrovamenti pari al 55% dei furti, nel 2005 si è di nuovo scesi a quota 48,45, poco sopra a quella del 2001.

Dal 1990 al 2005 in Italia sono state rubate 4.163.393 auto e ne sono state ritrovate circa la metà, 2.054.221 esattamente il 49,34%. Negli ultimi 10 anni sono 2.336.885 le vetture rubate.

Nel 2005 il primato dei furti è stato riconquistato dalla Lombardia con 36.207 auto involate, +13,8%, che lo ha strappato – per modo di dire – alla Campania detentrice del poco invidiabile primato, ma che nell’ultimo anno si è fermata a quota 32.318, solo terza. La Campania nel 2005 ha fatto registrare una delle maggiori diminuzioni pari al 9,39%, con un calo di furti addirittura del 25% rispetto all’anno 2000. Ora la Campania è preceduta anche dal Lazio che con 33.191 furti si è collocato come seconda regione della graduatoria.

Nel 2005 le regioni che hanno fatto segnare gli incrementi percentuali maggiori sono state il Veneto con + 26,49% e l’Emilia Romagna con + 26,41%, segue l’Umbria con + 25%.

Ottimi risultati invece per la Basilicata con – 10,81%, la Sicilia con -9,81%, la Campania che abbiamo visto ha fatto segnare un – 9,39%, il Molise con -3,35%.

Fra le città il primato rimane a Roma con 30.396 furti di auto nel 2005, pari ad 83 vetture al giorno, una ogni 17 minuti. Nella capitale sparisce il 91,5% delle auto rubate nel Lazio e il 16 % di quelle rubate in Italia.

Seguono Milano con 25.943 e poi Napoli con 23.147.

QUALI E QUANDO VENGONO RUBATE

La più rubata agli italiani è ancora la vecchia Fiat Uno con 23.420 esemplari (molti furti d’uso), seguono la Punto con 10.811 e la Panda con 7.850. Prima delle straniere la Golf con 5.263 furti.

In quale orario vengono rubate più macchine? Non buttatevi subito a dire: “Di notte!”. Non è vero. Forse perché molte sono custodite nei box. Quella dopo la mezzanotte è la fascia oraria nella quale si rubano meno auto: 20.263 pari al 10,7%. L’orario top del rischio è quello serale con 84.924 sparizioni pari al 45%. Insomma quando andiamo a mangiare la pizza o al cinema la nostra macchina rischia di più. Al mattino sono state 35.200 le auto sparite (18,6%), al pomeriggio 30.961 (16,4%). (Asaps)

Elaborazione il Centauro – Asaps su dati Ministero Interno


FURTI DI AUTO IN ITALIA 1990-2005

ANNO 

FURTI 

Differenza % rispetto anno precedente 

RINVENIMENTI 

% 

1990 

305.857 

= 

129.468 

42,30% 

1991 

367.252 

+20,05 

160.518 

43,70% 

1992 

324.384 

-11,68 

134.025 

41,36% 

1993 

282.067 

-13,05 

126.684 

44,91% 

1994 

269.515 

-4,46 

126.753 

47,03% 

1995 

277.433 

+2,93 

141.257 

50,91% 

1996 

305.036 

+9,94 

159.761 

52,37% 

1997 

281.119 

-7,85 

148.918 

52,90% 

1998 

284.296 

+1,13 

152.789 

53,70% 

1999 

263.493 

-7,32 

139.895 

53,09% 

2000 

222.872 

-15,42 

123.727 

55,51% 

2001 

211.695 

-5,02 

101.193 

47,80% 

2002 

203.694 

-3,78 

109.901 

53,95% 

2003 

193.670 

-4,92 

107.586 

 55, 50% 

2004

182.470

-5,78

100.388

55.01%

2005

188.540 

+3,32 

91.358 

48,45%

TOTALE 

4.163.393 

 


2.054.221 

49,34%

ELABORAZIONE IL CENTAURO – ASAPS ©



Giordano Biserni

Presidente Asaps

Giovedì, 05 Aprile 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK