Martedì 30 Maggio 2017
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi , News 15/04/2017

Scambio di identità per superare gli esami di guida: arrestati «gemelli»

di Pasquale Sorrentino



Uno scambio di identità per riuscire a superare l’esame di guida. Protagonista un giovane di Sassano. Il ventenne, infatti, ha tentato di scambiare la sua identità con quella di un 25enne dell'interland del Napoletano per cercare di superare l’esame della patente di guida, la parte teorica, al quale qualche mese prima era stato bocciato.

Tutto ha avuto inizio quando nei mesi scorsi la squadra di polizia giudiziaria della Polizia Stradale di Salerno, aveva scoperto candidati che con l’utilizzo di sofisticate apparecchiature elettroniche, ricevevano suggerimenti dall’esterno per superare indebitamente l’esame di teoria. Nell’ambito di questa operazione ieri sera gli investigatori della Polizia Stradale hanno scoperto e tratto in arresto due gemelli di Portici di 25 anni, i quali si sostituivano ai reali candidati per il conseguimento della patente di guida, facendogliela conseguire indebitamente.

In particolare gli agenti, che periodicamente monitorano l’attività degli esami presso la Motorizzazione di Salerno, avevano notato che il candidato di Sassano di 20 anni, bocciato pochi mesi fa all’esame di teoria, aveva ripresentato la domanda per il conseguimento della patente, ma le foto allegate alla domanda, la foto presente sulla carta d’identità esibita e anche quella applicata al certificato medico di idoneità alla guida, risultavano diverse da quelle presenti sulla sua prima domanda. Così i poliziotti hanno cominciato ad indagare effettuando anche degli appostamenti nei pressi dell’autoscuola salernitana dove risultava essersi iscritto il giovane per ricostruire il tutto. A un certo punto hanno individuato la persona presente sulle foto e lo hanno bloccato. Quest’ultimo, inizialmente, ha insistito nel fornire le false generalità del giovane di Sassano, ma davanti all’evidenza degli elementi già raccolti, ha dovuto dichiarare - secondo quanto raccontato dalle Forze dell'ordine - le sue vere generalità. Il giovane napoletano era accompagnato dal padre del 20enne di Sassano. L’uomo quindi è stato denunciato per aver concorso con uno dei gemelli partenopei nella realizzazione della falsa carta d’identità utilizzata da quest’ultimo per iscriversi all’autoscuola a nome del figlio e sostenere l’esame di teoria lo scorso 6 aprile.

Inoltre, nella successiva perquisizione dell’abitazione di uno dei gemelli a Portici veniva rinvenuta e sequestrata anche la falsa carta d’identità. Questa era stata realizzata utilizzando il vero documento del giovane sassanese, cui era stata sostituita la foto apponendovene una dell’impostore napoletano. Ma la perquisizione evidenziava che analoga attività illecita era esercitata anche dal fratello gemello, poiché i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato una pratica per il conseguimento della patente di guida a nome di un giovane romano, all’interno della quale vi era la carta d’identità dello stesso, contraffatta mediante la sostituzione della foto con quella di uno dei due gemelli.



fonte: ilmattino.it
 


Manette gemelle per i gemelli. (ASAPS)
Tutto ha avuto inizio quando nei mesi scorsi la squadra di polizia giudiziaria della Polizia Stradale di Salerno, aveva scoperto candidati che con l’utilizzo di sofisticate apparecchiature elettroniche, ricevevano suggerimenti dall’esterno per superare indebitamente l’esame di teoria.

 

 

 

Sabato, 15 Aprile 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK