Mercoledì 29 Marzo 2017
area riservata
ASAPS.it su
L'episodio è avvenuto in via Villa Giocosa. Un giovane è stato malmenato da tre uomini in seguito a un incidente stradale e adesso si trova in ospedale. Indaga la polizia
Ancora un'aggressione in seguito a un incidente stradale. L'episodio è avvenuto in via Villa Giocosa, non lontano da viale Strasburgo. Un giovane è stato picchiato da tre uomini che, secondo una prima ricostruzione dei fatti, erano arrivati in soccorso di una donna. In pochi attimi i tre hanno malmenato il ragazzo: due lo teneva...
Condividi
22/Marzo/2017
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
22/03/2017 Altri osservatori , Notizie brevi ,...
L'allarme lanciato dal presidente di Coldiretti Padova, Federico Miotto
Due morti in altrettanti incidenti causati dai cinghiali nel giro di pochi giorni: due settimane fa a Reggio Emilia, l’altro ieri a Roma. "Il timore cresce di settimana in settimana anche per il nostro territorio - afferma Fed...
Condividi
Un cinghiale gli ha tagliato la strada mentre percorreva via dell’Inviolatella Borghese in zona Cassia ed è morto sul colpo. La vittima è un centauro romano di 50 anni. L’impatto è avvenuto ieri sera alle...
Condividi
23 le vittime (9 appartenenti alla Polizia di Stato, 6 agenti della Polizia Locale, 4 Carabinieri, 1 agente della Polizia Penitenziaria, 3 Vigili del Fuoco). Si aggiungono poi altri 34 morti per incidenti in itinere
Dal 2012 fra gli Osservatori realizzati dall’ASAPS si è aggiunto quello dei caduti in servizio a causa di incidenti stradali che hanno coinvolto operatori di polizia e Vigili del Fuoco. Questo per certificare una forte convi...
Condividi
27/01/2017 Altri osservatori , Editoriali ,...
Brusca inversione di marcia dei dati sulla sinistrosità stradale nella provincia di Forlì e Cesena nel 2016 secondo i dati raccolti dall’Osservatorio forlivese dell’ASAPS. 31 i morti in 30 schianti mortali. E&rs...
Condividi
25/01/2017 Altri osservatori
Dall'analisi dell'Osservatorio Asaps – il Centauro emerge che, seppure in diminuzione, è sempre alto il numero di questo tipo di incidenti
Il recente incidente del pullman ungherese in cui hanno perso la vita 16 giovanissimi ha fatto mettere sotto i riflettori dell’Asaps i sinistri in cui si verificano decessi plurimi. E se da un lato gli eventi come quello avven...
Condividi
  Il drammatico incidente del pullman ungherese sulla A4 a Verona del 20 gennaio scorso con 16 giovanissime vittime è fortunatamente un evento estremamente raro in quanto a numero di morti e gravità. Ma gli in...
Condividi
Dal 2012 fra gli Osservatori realizzati dall’ASAPS si è aggiunto quello dei caduti in servizio a causa di incidenti stradali che hanno coinvolto  operatori di polizia e Vigili del Fuoco. Questo per certificare un...
Condividi
Nei guai due giovani romeni
Mantova, 1 novembre 2016 - I Carabinieri di Porto Mantovano, Bagnolo San Vito e Castel D’ariohanno deferito a competente autorità per i reati di “lesioni personali, danneggiamento e fuga in caso di incidente con o...
Condividi
    L’Osservatorio il Centauro – ASAPS nel corso dell’anno 2015 ha raccolto e archiviato una campionatura di 348 incidenti mortali nei quali almeno uno dei conducenti o comunque dei protagonisti (...
Condividi
    (ASAPS) Forlì, 24 agosto 2016 – Sono stati molti, negli ultimi giorni, gli incidenti stradali con impatti contro alberi registrati dall'ultimo nato in casa ASAPS tra gli osservatori della sinistrosi...
Condividi
16/08/2016 Altri osservatori , Notizie brevi ,...
Una banale lite per motivi di viabilità, scoppiata stanotte in piazzale del Verano, non si è trasformata in tragedia solo grazie all’intervento di una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo e di un A...
Condividi
Di Lorenzo Borselli*
(ASAPS) - 127 morti, di cui 1 bambino, 255 feriti, di cui 14 sotto i 13 anni, 10 incidenti plurimortali, 242 eventi in tutto: 103 al nord Italia, 72 al centro e 67 al sud e nelle isole. Se poi volete i dettagli, ve li diamo subito: la re...
Condividi
E’ in aumento rispetto all’anno 2014 il numero degli incidenti stradali che vedono coinvolti i veicoli di emergenza sanitaria. Sono stati censiti dall’osservatorio sinistri del CoES Italia (associazione autisti di amb...
Condividi
14/07/2016 2015 Anno , Altri osservatori ,...
(ASAPS) Che la strada sia un posto poco raccomandabile lo sappiamo tutti. Così come sappiamo che la violenza regna sovrana sull’asfalto con aggressioni sempre più frequenti e violente fra gli automobilisti anche per b...
Condividi
  (ASAPS) Il primo fine settimana di luglio è stato caratterizzato da una scia di sangue con incidenti gravissimi e plurimortali come raramente per fortuna accade. In soli 5 gravissimi scontri abbiamo contato 13 mo...
Condividi
Le cronache parlano sempre più spesso delle aggressioni fra automobilisti per motivi di viabilità che certificano quanto siamo  violenti sulla strada! Ma quanto? Tanto. Non parliamo delle aggressioni verbali e gestuali...
Condividi
Biserni (ASAPS): fermarsi per discutere è sconsigliabile. Non sappiamo mai chi abbiamo davanti
>Leggi l'intervista del il Centro al Presidente dell'ASAPS Giordano Biserni   I dati dell’Osservatorio ASAPS, commentati su il Centro quotidiano abruzzese. (ASAPS)
Condividi
15/06/2016 Altri osservatori
La vittima, Paolo Cialini di Mosciano Sant'Angelo, aveva 47 anni ed era in macchina con la figlia: inutile il trasporto in ospedale. L'assassino, Dante Di Silvestre, caldaista di 59 anni, è stato fermato e portato in caserma dai carabinieri
GIULIANOVA. Un delitto di una violenza gratuita e assurda, maturato sulla strada. La strada della violenza che ha portato un caldaista di 59 anni di Mosciano Sant'Angelo (Teramo), nativo di Bellante, ad uccidere un suo compaesano, Pa...
Condividi
Secondo l’Osservatorio Centauro dell’Asaps la strada è diventata uno dei luoghi più violenti in assoluto dove si registrano, per motivi di viabilità, aggressioni fisiche e risse tra automobilisti. Nel 201...
Condividi

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK