AREA RISERVATA
lucchetto

E' legittima una richiesta di avviso di omesso pagamento trasmessa dopo più
di un anno da  fatto e inviata con posta ordinaria?

Foto di repertorio dalla rete

Spett.le redazione ASAPS, recentemente ad una mia amica è stato recapitato un avviso per mancato pagamento di un pedaggio, da parte della SALT società autostradale, per un addebito risalente al febbraio del 2010. E' possibile che tale richiesta sia stata inoltrata dopo più di un anno dal fatto e a mezzo di lettera non raccomandata?
Premetto che la persona in questione sostiene di essere transitata liberamente dal varco, poichè la sbarra era alzata e non vi era presenza di personale addetto alla riscossione del pedaggio! ringrazio per l'attenzione.


email-Massa Carrara

 

***

 

Una comunicazione del genere non ha alcun valore, in quanto una diffida od una richiesta di pagamento che voglia costituire in mora il presunto debitore deve essere sempre inviata a mezzo raccomandata, per permettere la formazione della prova della ricezione vale a dire della certezza conoscenza da parte del destinatario,
Dunque, credo, inoltre, si tratti di un atto inidoneo ad assumere veste di atto interruttivo della prescrizione di un credito, ai sensi degli artt. 2943 e ss. c.c.. (Cfr. Giudice di pace Palermo, 21-03-2011
Fr.Ca. c. Ministero della Giustizia e altri).
Sicchè non ne terrei conto alcuno.
Cordialità.
 

Avv. Carlo Alberto Zaina

 

 

 





Lunedì, 05 Marzo 2012
print Stampa   mail Mail



Strumenti
print Stampa   mail Mail

Social Network
Blog
Newsletter
Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?