AREA RISERVATA
lucchetto

Ove si proceda nei confronti di un minore degli anni 14, è normale procedere all'elezione del domicilio, così come molte Procure indicano?

Foto di repertorio dalla rete

Gentile avvocato, la mia domanda è la seguente.
Nel caso si procede penalmente nei confronti di un minore infraquattordicenne, quindi non imputabile, ad es. per danneggiamento aggravato di un'auto, a prescindere le procedure susseguenti, sequestro della cosa pertinente il reato, riaffidamento del minore ecc., ho avuto modo di leggere su varie circolari delle Procure, di eseguire, anche l'elezione di domicilio, ovviamente alla presenza del genitore, da inserire nell'atto, essendo atto di garanzia e comunque solo ai fini delle comunicazioni di legge, come in questo caso il non luogo a procedere, dato che il soggetto è inferiore degli anni 14.
E' corretto, dato che alcuni credono, che sia un atto inutile, ovvero è più che giusto eseguirla?
Grazie per la risposta che mi fornirà e buon lavoro.


email-Viterbo

 

***

 

All'atto pratico si tratta di un inadempimento del tutto inutile, perchè ad esso non segue alcun tipo di attività processuale.
Certo se alcune Procure lo prescrivono, l'unica ragione può essere quella della necessità di accertare giurisdizionalmente sia la storicità del fatto, sia l'attribuibilità dello stesso al minore, sia l'esatta età di costui, onde dichiarare poi il non luogo a procedere perchè l'indagato non è imputabile.
Cordialità.

 

Avv. Carlo Alberto Zaina

Venerdì, 02 Marzo 2012
print Stampa   mail Mail



Strumenti
print Stampa   mail Mail

Social Network
Blog
Newsletter
Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?